Curiosità

Alla scoperta dei formaggi italiani: IL BAGOSS

Il Bagòss è un formaggio tipico di montagna prodotto fin dal XVI secolo solo a Bagolino, un piccolo comune nella provincia di Brescia a circa 800 mt di altitudine, in 28 piccole aziende famigliari su un territorio di 22 alpeggi.
E’ un formaggio a pasta semicotta prodotto secondo metodi tradizionali che seguono un rigido disciplinare di produzione.
Il disciplinare richiede che  il latte utilizzato sia prodotto da vacche di razza bruna allevate a Bagolino e nutrite con fieno locale. Una caratteristica è che il latte è filtrato usando dei rametti e degli aghi di abete che svolgono la funzione filtrante. Il latte viene cotto dentro un grande pentolone di rame, su fuoco alimentato a legna.
Un’altra caratteristica tipica del Bagòss è l’aggiunta di zafferano che gli conferisce il profumo caratteristico e il suo colore giallo.
La sua forma è cilindrica con un diametro 40-55 cm, un’altezza 10-12 cm, peso I6-20 kg,
La consistenza è dura con piccole occhiature e la crosta è oleata.
L’invecchiamento del formaggio ha delle fasi ben precise: la forma deve essere girata e spazzolata frequentemente e deve essere anche oleata con olio di semi di lino.
Il suo sapore deciso e forte, il profumo intenso ed il prezzo al quanto elevato, fa si che il Bagòss non sia considerato un formaggio da consumare ogni giorno.
Si presta comunque, a vari tipi di consumazione: può essere mangiato da solo, ma può anche essere utilizzato come ingrediente principe in molte ricette (pasta, carne, pesce, patate, uova, ecc); il Bagòss invecchiato può essere utilizzato anche grattugiato.
Attualmente la gran parte della produzione è consumata nei pressi del comune Bagolino costituendo addirittura, un’attrazione turistica.