Vini

Favati, un’etichetta che non può mai mancare in cantina

All’alba di questo primo fine settimana di maggio vi parlo di una delle cantine più premiate che ho nel mio listino. Si tratta di quella dei Favati: siamo in Campania, nella zona dell’Irpinia, dove oltre 100 anni fa la storia di questa famiglia si è intrecciata a quella della produzione del vino.

Gli aspetti per cui ho scelto questo prodotto e che mi tengono legati a loro da diverso tempo, come puoi facilmente immaginare conoscendomi di persona o attraverso queste e-mail, sono la passione per il vinola continua ricerca per realizzare prodotti di qualità e la gestione dell’azienda esclusivamente familiare, dalla coltivazione delle terre fino alla distruzione di ogni singola bottiglia di vino.

Negli anni il rapporto lavorativo che avevamo instaurato all’inizio si è trasformato in un rapporto di profonda amicizia, motivo per cui nella mia cantina bottiglie con la loro firma non potranno MAI mancare!

A conferma della fiducia e del rispetto per il loro lavoro e il loro prodotto, sono stati uno dei primi stand che sono andato a trovare durante la 4 giorni di Vinitaly di aprile: per mia fortuna qui ho potuto assaggiare alcune novità che spero di raccontarti prestissimo.

Ecco qualche chicca per te se ancora non li conosci:

  • Oggi l’azienda è gestita da Rosanna Petrozziello, il marito Giancarlo e il cognato Piersabino Favati che curano ogni aspetto della produzione e della commercializzazione dei prodotti, con il prezioso contributo dell’enologo Vincenzo Mercurio;
  • Le vigne di proprietà e in conduzione, ubicate nelle aree D.O.C.G. raggiungono una superficie di 16 ettari, la cantina perfettamente strutturata per favorire il miglior esito di ogni ciclo, dalla maturazione alla vinificazione, all’invecchiamento e affinamento, sono le ulteriori garanzie per l’alto pregio di tutti i vini prodotti;
  • Negli ultimi anni il loro Fiano di Avellino è stato più volte premiato con i tre bicchieri della guida vini Gambero Rosso, ma anche il loro Greco di Tufo è un vino eccezionale e non da meno.

E’ vero che questa cantina ha ricevuto diversi premi nel tempo, ma la domanda può sorgere quasi spontanea: i premi sono importati o no?
 
Che dire, la cosa importante è bere e farlo bene.  Con la mia selezione faccio sempre di tutto per darvi il meglio delle nostre cantine italiane.  E I Favati ci sono in prima linea.

Qui la mia selezione completa della loro cantina Cantina I Favati.